Pubblicato il

Correre, con la testa che si spacca

«Non provo più nulla di minimamente simile all’amore, non riesco a proseguire il miei interesse oltre l’iniziale e sterile enfasi che puntualmente sfocia nel prevedibile successivo, di parole pronunciate da una specie di pilota d’emergenza d’una vita. Non so nemmeno se non amo perché non ricevo amore o se non ne ricevo perché non ne do. Certo è che lo stupire o il provocare spettano sempre al sottoscritto, mai nessuna d’interesse che mi venga a costruire un percorso da seguire, fatto di pietroline e prove da superare. Non che io l’abbia mai costruito, mi sono sempre stancato prima di sapere se ne valesse o meno la pena, perché ho sempre intuito che no, non valeva. Chi riesce a rimanere desta la tua curiosità merita, a mio modesto parere, d’essere se non proprio amato (parola certo priva di un univoco e condivisibile significato) quantomeno seguito. Solo che seguire fa salire, con gli anni, l’affanno per la tendenza che l’uomo ha di finire steso nello stesso modo in cui ha cominciato. Si smette d’inseguire e ci si ferma a guardare senza più nemmeno ascoltare. L’emergenza di cui sopra è naturale ma dannosa in quanto limita e mina la tua serenità. Vivere una vita in un perenne stato d’emergenza, seppur naturale, equivale a vivere di merda. Sostituire a questa la ricerca continua di un equilibrio che a volte, con l’impegno e la fortuna, può raggiungere interessanti scoperte emotive, corrisponde a non avere sprecato del tutto la propria esistenza, assecondandola a un’ermeneutica oggettiva che dia al conflitto, soprattutto interiore, il suo giusto ruolo.»

Annunci

Informazioni su prossenetasenzalcunasenseria

www.emanuelebukne.com

2 risposte a “Correre, con la testa che si spacca

  1. lisa ⋅

    non trovo il “follow” per seguire, quasi come quello che non trovi tu.

  2. Alda ⋅

    Chapeau per l’originalità del nome dato al blog e per forma e sostanza dell’ouverture.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...