Pubblicato il

“Il Sole Nudo” di Isaac Asimov

Immagine
«Soltanto quell’ultima sera su Solaria, con quelle tende strappate dalla finestra, si era reso conto del suo bisogno di affrontare l’aperto in quanto tale: per l’attrazione che esercitava e per la promessa di libertà che conteneva. Sulle terra c’erano milioni di individui pronti ad avvertire lo stesso impulso, se l’aperto fosse stato portato alla loro attenzione, se avessero potuto fare il primo passo.»

Perfetta allegoria sui rischi verso i quali l’umanità potrebbe andare incontro, dove la tendenza a un individualismo eccessivo sulla Terra (le Città sotterranee non sono che il simbolo, in scala, degli appartamenti entro cui si riversano gli uomini) è solo un punto di partenza (il punto di partenza della letteratura Asimoviana) che ha nell’agorafobia degli abitanti di Solaria la sua robotica conseguenza (logica e mai ragionevole, sottolinea Elijah).

Asimov è un fine psicologo sociale e la sociologia una scienza sempre presente nelle sue opere, ne “Il Sole Nudo” in modo più esplicito che nei precedenti “Io, Robot” e “Abissi d’Acciao”.

Annunci

Informazioni su prossenetasenzalcunasenseria

www.emanuelebukne.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...